Festa del re: Amsterdam diventa arancione. Cosa fare, dove andare?

Finalmente ci siamo, il 27 aprile si celebra la famose FESTA DEL RE. La caratteristica di questa amatissima festa è che la città di Amsterdam diventa arancione. Tutti si vestono di arancione. In questo articolo ti racconto cosa è la festa, cosa fare e dove andare per partecipare da vero Amsterdammer!

Questa è la festa olandese per eccellenza: un’occasione in cui la città di Amsterdam viene invasa da quasi un milione di olandesi – provenienti da tutte le regioni del paese – che giungono nella capitale per celebrare la propria nazione, indossando il colore nazionale!

Ascolta l’episodio del mio podcast CASA AMSTERDAM dove ti racconto la mia esperienza e l’esperienza di altri amici che hanno partecipato negli anni a questa grandiosa festa!

Come si festeggia ad Amsterdam

L’intera città di Amsterdam si trasforma in un gigante mercato delle pulci, poiché, solo in questo giorno, i cittadini sono autorizzati a vendere i loro oggetti per strada senza bisogno di ottenere un permesso o di pagare una tassa sulle loro vendite.

Si vende ovunque. Sui marciapiedi, nei parchi, nei cortili, praticamente ovunque e senza regola. Il parco Vondelpark ad esemio, nella zona dei musei, offre una versione del mercato adatta ai bambini. In questo spazio ‘protetto’ i più piccoli possono vendere e comprare, ma anche offrire spettacoli come balletti o barzellette nella speranza di ricevere qualche soldino.

L’altra forte caratteristica della festa è che moltissime imbarcazioni piene di olandesi vestiti di arancione affollano i canali e incitano i passanti alla festa. E’ stimato che ogni olandese spenda in media 26€ in oggetti arancioni da indossare o far indossare a bambini e perfino a ignari animali domestici! La parata di barche sul Prinsengracht è qualcosa di grandioso. Personalmente credo che sia incredibile vedere la città con così tanta gente e con così tanto divertimento!

I migliori eventi – hotspots

Blaffende Vis – Westerstraat 118, Amsterdam –> musica e divertentismo
Pllek– Tt. Neveritaweg 59, Amsterdam –> spiaggia e divertentismo
Noordermarkt – Noordermarkt, Amsterdam –> musica e divertentismo

Trasporti pubblici

Tutto il centro è chiuso al traffico, nessun tram, bus o taxi potrà percorrere il centro.
Coloro i quali non volessero rinunciare ai loro piani di viaggio a causa della festa dovranno però calcolare accuratamente i propri spostamenti, perché a causa della grande affluenza in città alcune linee ferroviarie saranno temporaneamente modificate e dirottate su stazioni più periferiche della capitale.

L’origine della festa

Nel 1885, in un’Olanda scettica nei confronti della monarchia dell’epoca, si decise di istituire una festa nazionale in occasione del quinto compleanno (31 agosto) della piccola Principessa Wilhelmina, futura erede al trono, così da riportare la casa reale nelle grazie dei cittadini.

La tradizione non è più stata interrotta da allora, e il cosiddetto Giorno della Regina regala annualmente agli olandesi un’occasione per festeggiare il compleanno dei regnanti che si sono succeduti al trono.

Con il passaggio da una regina alla successiva, anche la data della festività è cambiata: dal 31 agosto è stata spostata al 30 aprile con la regina Juliana, per scelta è stata mantenuta in quella data dalla regina Beatrix in onore della madre, e infine nel 2014 è stata anticipata al 27 aprile, compleanno dell’attuale re Willem Alexander. Con quest’ultimo, primo regnante maschio dall’istituzione della festività, anche il nome stesso è cambiato, divenendo Festa del Re.

Perchè si indossa il colore arancione?

Le strade e le piazze di Amsterdam si tingono di arancione: perché proprio l’arancione? L’arancione è in realtà il colore ufficiale della casa reale olandese, gli Orange Nassau. Il più famoso e amato eroe nazionale olandese è Guglielmo d’Orange, il quale portò la Repubblica delle Sette Province Unite all’indipendenza dalla dominazione spagnola alla fine del ‘500.

L’arancione era anche presente, al posto del rosso, nella bandiera olandese. Si dice si passò al rosso perché l’arancione scolorisse troppo facilmente, virando verso il giallo e non fosse ben visibile a distanza dai marinai che navigavano lungo la costa.

Noi abbiamo già fatto scorta di accessori arancioni e siamo pronte a festeggiare, e voi?


Questo articolo ti è piaciuto e vuoi saperne di più? Partecipa ad una delle mie visite guidate in italiano e non dimenticare di continuare a seguirmi su canale youtube di InsolitAmsterdam.
Visita la pagina Facebook di insolitAmsterdam – ci sono tante foto ed info utili sulla città!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.