La Linea di Difesa di Amsterdam: un’opera unica tra natura e storia olandese

Nei dintorni di Amsterdam ci sono ancora moltissimi luoghi inesplorati. Ad esempio hai mai sentito parlare della Stelling van Amsterdam? La linea di difesa di Amsterdam.

Approfittando della bella giornata di sole, lo scorso fine settimana sono andata a scoprire alcune località della Linea di difesa di Amsterdam.  Stelling Van Amsterdam, questo il suo nome in olandese, è immersa nella campagna olandese ed è da non perdere.

LA LINEA DI DIFESA DI AMSTERDAM – STELLING VAN AMSTERDAM

La linea di difesa di Amsterdam è un’opera ingegneristica progettata tra il 1883 e il 1920. E’ costituita da 45 forti posizionati strategicamente intorno alla capitale a circa 15-20 km di distanza da essa. La loro posizione crea una circonferenza di 135 km. Oltre alle strutture fortificate l’opera prevedeva un sistema di allagamento dei territori circostanti per far arretrare il nemico. Grazie alle peculiarità storiche e culturali che la rendono unica al mondo la Linea di Difesa di Amsterdam rientra nel Patrimonio culturale dell’Umanità UNESCO dal 1996.

Il territorio pianeggiante e la presenza di piste ciclabili sono perfetti per muoversi con il mezzo tipico olandese. La bicicletta infatti  ti permetterà di scoprire il paesaggio e le abitazioni tipiche olandesi che si trovano lungo la visita ai forti.

Ho scoperto 3 luoghi interessanti, ecco l’elenco:

Fort Pampus

Il forte Pampus si trova in un’isola a nord di Amsterdam, precisamente nel lago Ijmeer. Durante la visita puoi scoprire la storia del luogo e la sua complessa progettazione. Ci sono infatti video interattivi posizionati negli ambienti che una volta fungevano da alloggi per i soldati e magazzini per l’artiglieria. All’interno ho trovato anche pannelli illustrativi degli altri forti che compongono la linea di difesa e dei beni patrimonio UNESCO presenti nei Paesi Bassi; ho potuto vedere reperti bellici originali della Seconda Guerra Mondiale e stanze allestite per i diversi eventi che si tengono durante la stagione estiva.

Il momento di visita piu sorprendente è quando si raggiunge la sommità del forte e si gode di una vista a 360 gradi sul mare e gli edifici moderni che appaiono all’orrizzonte.
Dopo il percorso c’è anche la possibilità di rilassarsi nei comodi divani posizionati all’aperto, messi a disposizione dal ristorante di Pampus Events.

MAGGIORI INFO SUL FORTE DI PAMPUS IN QUESTO LINK.

Forte Muiderslot

La fortezza di Muiderslot è un bellissimo castello medievale che ospita un museo che racconta la storia dal Medioevo al Secolo d’Oro olandese. Il castello è tra i più famosi dei Paesi Bassi ed è spesso stato il set per molti spettacoli ambientati nel Medioevo. Sorge alla foce del fiume Vecht e fu costruito nel 1280 per imporre una tassa ai commercianti diretti verso Utrecht.

MAGGIORI INFO SUL CASTELLO DI MUIDER IN QUESTO LINK.

Entrambi i forti descritti sono facilmente raggiungibili in 45 minuti di tragitto in barca grazie al servizio di Ferry service Amsterdam, inoltre sono compresi nell’ Amsterdam city card grazie al quale si ottiene uno sconto sul tragitto in barca e l’entrata al museo.

Forte Edam

La cittadina di Edam è famosa per il buonissimo formaggio che viene prodotto nella zona, ma un altro motivo per visitare questo luogo è la presenza del forte della Linea di Difesa. Il forte di Edam fu usato solo in termini strategici militari durante le due guerre mondiali. Durante la prima guerra mondiale ospitava 255 ufficiali e uomini equipaggiati con cinque cannoni e nove mitragliatrici.

Il forte di Edam si raggiunge comodamente con l’autobus numero 316 che parte dalla stazione centrale di Amsterdam e in un’ora ti permetterà di immergerti in questa cittadina olandese molto carina, sembra uscita dalle favole!

Questo articolo ti è piaciuto e vuoi saperne di più? Partecipa ad una delle mie visite guidate in italiano e non dimenticare di continuare a seguirmi su canale youtube di InsolitAmsterdam.
Visita la pagina Facebook di insolitAmsterdam – ci sono tante foto ed info utili sulla città! Ti aspetto ad Amsterdam!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.