Cosa Fare,  Guida di viaggio,  Itinerari

Amsterdam insolita – visitare Amsterdam in 3 giorni

Amsterdam è conosciuta come una città aperta e tollerante, spesso presentata come un paradiso per chiunque sia in cerca di divertimento. In realtà Amsterdam è ben altro, a me piace definirla una città insolita, una città tutta da scoprire dove ogni angolo nascosto ed insolito è capace di emozionare e di regalare ricordi unici.

Dalla stazione centrale alla più comune piazza Dam puoi perderti tra gli scorci e la sua autenticità che ad un occhio attento ed affezionato non sfugge: al di là dei soliti circuiti turistici Amsterdam sa parlarti della sua bellezza e si presenta a te come una città creativa ed innovativa.
Creativa per la presenza di una delle biblioteche più affascinanti della città, l’OBA, ne avevo parlato qui; innovativa perché accoglie in pieno centro e nelle sue zone periferiche tantissimi giovani imprenditori che sono ospiti in edifici storici e spazi industriali convertiti. Ne avevo parlato in questo articolo.

Sono convinta che in ogni viaggio le persone che incontri fanno la differenza, ed è questo quello che offro con la mia azienda insolitamsterdam: la possibilità di scoprire la vera essenza di Amsterdam e la sua autenticità durante le visite guidate in lingua italiana condotte da professioniste come me che vivono quotidianamente la città e ne conoscono angoli e segreti più nascosti.

Ci sono quindi cose da fare in città?
Certo!

Per prima cosa è necessario avere la giusta introduzione alla città con tutto ciò che si può visitare in un giorno. In questo articolo trovi alcuni suggerimenti su che cosa c’è da fare ad Amsterdam in 24h. Oppure puoi provare il tour guidato InsolitAmsterdam oppure qui.

Il secondo giorno puoi perderti alla scoperta del pittore olandese Van Gogh che con la sua sensibilità e bravura ha conquistato il mondo intero. Dopo questa visita proseguire alla scoperta di Vondelpark o di Westerpark – due tra i parchi più affascinanti della città.

Il terzo giorno puoi andare alla scoperta di 3 diversi quartieri della città: Jordaan, De pijp o De Plantage.
Il primo è famoso per essere soprannominato il quartiere degli artisti di Amsterdam, un quartiere dove perdersi tra canali, case storte e piccole botteghe. Insomma, un luogo autentico ed insolito, tutto da scoprire.

Il secondo quartiere ospita invece il famoso mercato dell’Albert Cuyp ed è chiamato ‘zona etnica di Amsterdam’. Locali con terrazze all’aperto divertono e colorano le serate d’estate.
Il terzo è la zona chiamata ‘Museo verde di Amsterdam’ perché qui sorgono l’orto botanico della città – uno dei più antichi in Europa e il famoso Zoo. L’orto botanico E’ uno dei più antichi al mondo, fu fondato nel 1638 dalla cittadinanza per fungere da giardino di erbe medicinali per medici e farmacisti. Contiene più di seimila alberi e piante tropicali ed indigene. Ho dedicato a questo quartiere un intero articolo sulla sua bellezza e sulla sua particolarità.

Ovviamente non sono da tralasciare luoghi come la biblioteca storica del Rijksmuseum, la casa di Anna Frank, il mulino della birra, il De Hallen per cinema ed aperitivi ed infine la grande foresta di Amsterdam – Amsterdamse Bos di cui avevo scritto qui.

Bene, ora non ti resta che partire!

Vuoi saperne di più? Partecipa ad una delle mie visite guidate in italiano e non dimenticare di continuare a seguirmi su canale youtube di InsolitAmsterdam.
Visita la pagina Facebook di insolitAmsterdam – ci sono tante foto ed info utili sulla città!

4 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *