Monnickedam – la bella cittadina sul Markermeer

La cittadina di Monnickendam è meno famosa delle sue vicine come Volendam e Marken ma a mio avviso è una vera e propria bomboniera e ancora molto olandese. Dista solo 15 km da Amsterdam ed è facilmente raggiungibile sia in auto che in bus.

Quando dico molto olandese mi riferisco al fatto che i turisti stentano ad arrivare da queste parti e quindi questa città riesce a mantenere la sua autenticità o la sua insolicità, così come piace a me. Per questo motivo l’ho scelta per una passeggiata in un pomeriggio assolato di Settembre. In questo articolo trovi tutte le info che la riguardano con qualche consiglio su cosa vedere e dove pernottare.

Io a Monnickendam

La Storia di Monnickendam

Questa città fu fondata nel 1356 e deve il suo nome a dei monaci benedettini che costruirono una diga nei suoi pressi. Il suo affaccio sull’ex Mare del Sud (Zuiderzee) la rese in poco tempo una destinazione molto ambita sia per la pesca che per il traffico navale che la face diventare in poco tempo un centro economicamente molto importante.

Tutti gli edifici esistenti nel 1355, tranne la torre dell’orologio, furono rasi al suolo da vari incendi ma rimane molto suggestiva la via principale Noordeinde che è costituita da vecchie case in mattoni che con il tempo si stanno inclinando in avanti mostrando tutta la loro età.

Centro di Monnickendam

La costruzione della grande diga e la formazione del Markermeer

Questa cittadina condivide con le più ben famose Volendam e Marken lo stesso destino. Con la costruzione della grande diga dei Paesi Bassi a partire dal 1932 lo specchio d’acqua su cui si affaccia Monnickendam divenne un lago artificiale che prende il nome di Markeermeer. La costruzione di questo grande lago artificiale ha fatto sì che città come Volendam, Marken e appunto Monnickendam, dovettero rinunciare alla pesca e reinventarsi. Se per Volendam e Marken questo ha funzionato in quanto sono diventate due destinazioni turistiche ben note, per Monnickendam è differente. E di questo sono contenta.

Come dicevo nella intro infatti mi piace il fatto che questa cittadina sia rimasta molto local. Niente negozi di souvenir che ne snaturano la sua vocazione marittima e tanta autenticità. Basta recarsi nella zona del porto per vedere quello di cui sto parlando.

La torre dell’orologio – Speeltoren

Appena arrivati sul corso principale di Monnickendam non si può non vedere: questa alta torre quattrocentesca in origine ospitava il municipio mentre ora ospita il museo della città. Come tutte le torri olandesi possiede un carillon che suona il sabato dalle 11 alle 12 quando i quattro cavalieri meccanici si mostrano per due volte dalla finestra di legno aperta.

Torre dell’orologio di Monnickendam

Dove dormire a Monnickendam

Nonostante sia un piccolo centro si può dormire anche a Monnickendam. Ho selezionato due posticini super carini: il primo è uno chalet in legno verde e il secondo è un carinissimo boutique hotel con affaccio canale.

  1. Chalet di lusso vicino ad Amsterdam: molto carino, in una tipica casetta di legno verde
  2. Suitehotel Posthoorn: anche questo molto carino, è un hotel con ristorante annesso, e sorge proprio sul corso principale
1) foto booking.com
2) foto booking.com

Come arrivare a Monnickendam

Per raggiungere Monnickendam ci sono vari modi. Io ci sono arrivata in auto ma è possibile anche prendere un bus da Amsterdam che in circa 30 minuti raggiunge questa destinazione. Il bus parte dalla stazione centrale di Amsterdam ed è il numero 314 – direzione Edam/Hoorn. Fermata di discesa: Monnickendam, Bernhardbrug.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *