ia_sinterklaas_babbonatale_amsterdam
Con i bambini,  Curiosità

Sinterklaas: arriva ad Amsterdam il Babbo Natale olandese!

Sinterklaas, o come lo chiameremmo noi San Nicola, arriva in città in una domenica di metà Novembre in sella al suo cavallo bianco, Amerigo. San Nicola è il Babbo Natale olandese, colui che dispensa doni ai più piccoli.

Lo aspettiamo anche quest’anno e siamo sicuri che non ci deluderà. Devo ammettere che dopo tanti anni andare a vedere Sint è sempre un’emozione!

La data da segnare in calendario per quest’anno è il 17 Novembre. E’ un giorno speciale per gli olandesi: il Babbo Natale olandese arriva a bordo di un’imbarcazione a vapore carica di regali direttamente dalla Spagna, e approda in città accompagnato dai “Pieten”, i suoi simpatici aiutanti dalla faccia nera, forse per la loro provenienza africana, forse per la fuliggine.

Si tratta di una delle feste più sentite in Olanda, sia dai bambini che dagli adulti: al suo arrivo, una folla impaziente lo acclama e lo raggiunge per un abbraccio o una fotografia. Sinterklaas, durante questi giorni di festa, in sella al suo cavallo bianco Amerigo, porta doni, caramelle, i pepernoten (i famosi biscotti alla cannella) e soprattutto tanta allegria!

La sua permanenza dura fino al vero e proprio giorno di festa: il 5 dicembre! La tradizione vuole che la sera prima i bambini lascino delle scarpe davanti alla porta di casa, in modo da ritrovarle il giorno dopo piene zeppe di dolci e dolcetti portati in dono da Sinterklaas durante la notte. I regali più comuni sono mandarini, lettere di cioccolato, monete di cioccolato e formine di pan pepato.

Anche gli adulti festeggiano: prima della festa c’è l’usanza di riunire amici e parenti, scrivere il nome di ognuno su un bigliettino, pescare a turno uno di questi bigliettini ed impegnarsi nell’acquisto di un regalo per la persona di cui si è pescato il nome. Lo scambio dei regali avviene il 5 dicembre, in compagnia di tutti gli invitati e ogni dono viene accompagnato dai “sarcastic poems”, ovvero delle poesie divertenti, ironiche, ricche di doppi sensi e giochi di parole  volti a prendere in giro il destinatario del regalo.

Dopo pochi giorni arriva infine (e finalmente!) il Natale. Il menù di Natale non è standard ma prevede comunque dei must che non possono mancare a tavola: lo Stamppot, piatto unico mangiato tutto l’anno a base di patate, verdure e carne, zuppe di ogni tipo, tacchino ripieno e gallina. Ma sono i dolci i veri protagonisti della cucina natalizia olandese: non possono assolutamente mancare gli Oliebollen (letteralmente palle di olio) che sono frittelle ipercaloriche con mele o uvetta; gli Speculaas, biscotti sottili speziati e dalle svariate forme; i Pepernoten, biscottini tondi alla cannella con o senza cioccolato, il tutto accompagnato dal Gluhwein, un vin brulè molto speziato contente anice, noce moscata e cannella.

LEGGI ANCHE IL PIATTO DELLA TRADIZIONE OLANDESE: LO STAMPPOT

Vuoi saperne di più?
Continua a seguirmi e visita la pagina Facebook di insolitAmsterdam – ci sono tante foto ed info utili sulla città! Ti aspetto ad Amsterdam per la visita guidata in italiano della città, tot ziens!

Foto della copertina: https://excelsior20.nl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *