Documenti per il viaggio in aereo durante il covid-19

Dal 14 Ottobre 2020 alle 22:00 entrano in vigore nuove misure restrittive per i Paesi Bassi. Al momento è annunciato che dureranno 4 settimane. Questa fase è considerata il quarto livello più grave sulla tabella di marcia decisa dal primo ministro Rutte ed è precedente solo al LOCKDOWN TOTALE.

MISURE CHE ENTRANO IN VIGORE DAL 14 ottobre alle 22:00

1) bar, ristoranti e coffeshop sono chiusi al pubblico per le prossime 4 settimane. É consentito l’asporto.

2) dalle 20:00 alle 7:00 é vietata la vendita degli alcolici.

3) mascherine obbligatorie nei luoghi chiusi.

4) viaggiare il meno possibile e non affollare i mezzi pubblici.

AUTOQUARANTENA IN ARRIVO NEI PAESI BASSI

Dal 28 ottobre 2020 l’Olanda richiede la quarantena obbligatoria di 10 giorni se arrivi dall’Italia. Maggiori informazioni sul sito ufficiale olandese https://www.nederlandwereldwijd.nl/landen/italie/reizen/reisadvies

TORNANDO DALL’OLANDA C’è OBBLIGO DI TAMPONE?

In base alla nuova ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza, operativa dall’8 ottobre 2020, chi arriva in Italia da Gran Bretagna, Olanda e Belgio dovrà sottoporsi al tampone obbligatorio. Il ministero della Salute ha attivato alcuni numeri per informazioni: dall’Italia il numero gratuito 1500 e dall’estero i numeri +39 0232008345 – +39 0283905385.

In questo articolo ti parlo di come è viaggiare in aereo durante il covid-19 (coronavirus).

VOLO DALL’ITALIA ALL’OLANDA

Ho volato ad inizio agosto con Transavia. Aeroporto di partenza (Bari) e di destinazione (schiphol) quasi deserti.

Al banco check-in, dove ho imbarcato tutti i miei bagagli, mi hanno consegnato un’autocertificazione da compilare per attestare che non avessi sintomi COVID.

Nessuno poi, in nessuno dei due aeroporti, mi ha chiesto l’autocertificazione. Quindi è in pratica arrivata a casa con me 🙂


VOLO DALL’OLANDA ALL’ITALIA

Di seguito invece le info riguardano il mio viaggio dall’Olanda all’Italia tenutosi a inizio luglio. Tieni bene a mente che nel frattempo le cose potrebbero essere cambiate.

PRENOTARE IL VOLO

Al momento ci sono varie compagnie che hanno ripreso a volare. Se avevi prenotato un volo prima del covid-19 probabilmente questo volo è stato annullato. Le compagnie stanno infatti riorganizzando i voli e la disponibilità dei posti a seconda dei loro piani di volo e della disponibilità e aperture degli aeroporti.

Dal 1 di luglio la situazione dovrebbe tornare alla normalità e più voli saranno disponibili.

Quindi non disperare. Dopo una fase di assestamento che secondo me durerà ancora un paio di settimane, le prenotazioni dovrebbero essere di nuovo normali.

DOCUMENTI NECESSARI PER VOLARE

Se in tempo pre-covid era sufficiente viaggiare solo con il passaporto o la carta d’identità, adesso dobbiamo preoccuparci di portare con noi altri documenti. Ci sono infatti alcuni documenti specifici da preparare per poter partire durante il covid-19.

ATTENZIONE: tutti i documenti necessari vengono consegnati direttamente in aeroporto dagli addetti ai controlli dei voli. Questi documenti sono da compilare autonomamente inserendo i tuoi dati personali come indirizzo di domicilio, numero di telefono, e autodichiarazione di negatività da Covid-19 al momento del viaggio.

INDOSSARE LA MASCHERINA

Indossare la mascherina è obbligatorio per tutti i passeggeri a partire dai 13 anni.

Ad esempio all’aeroporto di Schiphol (Amsterdam) è necessario indossare la mascherina nell’area gate e a bordo dell’aereo. In aeroporto sono stati posizionati i distributori di mascherine, a pagamento.

LEGGI ANCHE: MAPPA DEL DISTANZIAMENTO SOCIALE AD AMSTERDAM

BAGAGLIO A MANO IN STIVA

A causa del covid-19 le compagnie offrono il check-in gratuito del bagaglio a mano. Questo per limitare il più possibile l’utilizzo delle cappelliere.

A mio avviso è molto comodo e utile se si vuole ‘aggirare’ il conteggio del peso o della borsetta extra da portare sull’aereo.

CONTROLLO DELLA TEMPERATURA

La temperatura è controllata prima di raggiungere il gare d’imbarco in un’apposita sezione dell’aeroporto. E’ obbligatoria e serve per appurare che ogni passeggero abbia una temperatura corporea inferiore a 37.5 gradi.

Il controllo avviene se stai volando verso un paese che richiede questo tipo di misura. L’Italia lo richiede quindi se voli verso l’Italia dovrai sottoporti a questa procedura.

La temperatura rilevata verrà poi inserita in un certificato di salute che dovrai tenere sempre con te e mostrare se richiesto.

Il controllo della temperatura richiede tempo extra, quindi per evitare code si consiglia di arrivare almeno 3 ore prima in aeroporto.

Negli aeroporti di Eindhoven or Rotterdam The Hague Airport, la temperatura viene invece misurata direttamente al gate.


Vuoi saperne di più?
Continua a seguirmi e visita la pagina Facebook di insolitAmsterdam – ci sono tante foto ed info utili sulla città! Ti aspetto ad Amsterdam, tot ziens!

2 commenti su “Documenti per il viaggio in aereo durante il covid-19”

  1. 29-09-2020
    Salve,
    Vengo da Amsterdam e devo partire per l`Italia Bari, in due o tre giorni.
    Cosa devo avere 1. un test covid-19 negativo da 48 o 72 prima del intro?
    2. fare un test covid-19 in Italia?
    Cosa posso aspettare al airport di Bari?

    Saluti,

    Diana Antoinette Verveer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *